5 PASSI CHE TI AIUTERANNO A SCEGLIERE L’AZIENDA GIUSTA PER TE!

In questi giorni mi è capitato di imbattermi in un post scritto da una formatrice, a suo dir famosa, che parlava di come i parrucchieri comprino prodotti costosissimi, sui quali non guadagnano nulla, con l’intenzione di attrarre clienti e far decollare il salone. Inoltre affermava che un manager di una nota azienda di prodotti per parrucchieri le avrebbe confessato in gran segreto che dietro il business dei parrucchieri si muovano cifre difficili da immaginare.

Io NON voglio difendere la categoria delle aziende produttrici, anche se sono proprietario d’azienda, ANZI devo dire che sono anni che sollevo questi problemi con i parrucchieri con il quale mi sono approcciato.

Anni che sento proprietari di negozi che si trovano in difficoltà a dover pagare tratte troppo alte dietro contratti capestro. Magazzini pieni di prodotti, non consoni al consumo del negozio. Per non parlare di affiliazioni e corsi tecnici , dove vengono proposti metodi di colorazione e prodotti che sono venduti anche al cliente finale. Non so se vi è capitato di vedere le confenzioni al supermercato.

Prodotti definiti “esclusivamente per il parrucchiere”, che la cliente può comprare online, spesso a un prezzo più basso.

Non mi sono trovato d’accordo però, quando questa signora ha consigliato ai parrucchieri di farsi produrre i prodotti. Cercare aziende che li producono per conto di terzi, farsi mandare le tabelle scientifiche dei test, decidere quali sono i migliori e brandizzarli con il proprio marchio!

Sinceramente capisco che la formatrice in questione, sull’onda del malcontento verso le grandi aziende, vuole dare la semplice ricetta per attirae a lei clienti, e non sta facendo nulla di male, per carità. Ma mi domando: il parrucchiere è quel fantastico artigiano specializzato nello stile e nella cura dei capelli, giusto? Leggere una tabella con test scientifici e decidere se le materie prime usate all’interno del prodotto sono le migliori mi sembra un’attività da chimico o tricologo.

Cercare di produrre i propri prodotti mi sembra lo stesso principio della soluzione proposta da Donald Trump pochi giorni fa per combattere gli omicidi nelle scuole, con la quale affermava che, per fermare gli stessi, bisognasse armare gli insegnanti. Cercare di eliminare un problema creandone un altro.

La vera soluzione del problema a mio parere sarebbe quella di scegliere l’azienda giusta.

Qui di seguito ti do 5 passi per aiutarti a scegliere l’azienda giusta per te.

  1. Cerca un’azienda che ti proponga prodotti che aumentino la tua cultura e la tua consapevolezza.
  2. Evita di comprare prodotti dove ti vengono regalati un sacco di oggetti: vacanze, televisori…qualcosa vorrà dire.
  3. Fatti i conti esatti del tuo consumo di prodotti annuale e firma solo con chi rispetta i TUOI numeri, non i loro.
  4. Non comprare da aziende che vendono anche online al cliente finale. Prodotto professionale vuol dire che deve essere usato da chi esercita la professione.
  5. Frequenta corsi di formazione che ti diano informazioni vere, di crescita e non dove le stesse servono per manipolarti e farti comprare altri prodotti.

Ringrazio quindi questa gentile signora che ci ha dato l’opportunità di farci conoscere da chi ancora non era al corrente della nostra differenza.